Ritorna a Polignano Experimenta; sarà   la XX edizione di questa che è stata una delle prime rassegne multicodice dove fin dalle origini nel 1999 ad Alberobello, c’è sempre stato uno sguardo  che è andato oltre la musica , installazioni, teatro,mostre visuals . Negli ultimi anni Experimenta  si è candidata come piattaforma di indagine  alla ricerca di  zone intelligenti ed originali della scena musicale pugliese.  Continua quindi anche quest’anno questa  combinazione di grandi  nomi con ciò che ci gira intorno.

Ad aprire   la XX edizione di Experimenta  il nucleo centrale di un grande gruppo della storia della musica: i due fondatori dei TUXEDOMOON Steven Brown e Blaine Reininger ripartono dalla Puglia, la regione dove l’anno scorso hanno mancato l’appuntamento a causa della morte improvvisa di Peter Principle avvenuta per l’appunto a  soli 7 giorni dal concerto che si doveva tenere nel Parco Archeologico di Egnazia. Quindi il 20 luglio ripartiranno dall’Arena Vignola di Polignano aprendo così Experimenta 2018, un rapporto solido di questa band con la nostra regione che fin dal 1982 anno dello storico concerto del Petruzzelli (immortalato in un favoloso disco dal vivo) li ha ospitati tante volte con grandissimo calore. Dopo l’apertura del duo  Nidoja (delicato ed originale esempio di mix di atmosfere classiche e sapori d’oriente)la serata dopo il concerto culminerà in una Tuxedonight:  un affettuoso omaggio della crew D3 ai suoni degli anni d’oro del post punk Made in USA.

 

Experimenta proseguirà poi il 2 ed il 3 agosto con un denso cartellone come al solito vario e soprattutto eterogeneo. Si va infatti da una ricognizione nel rap rabbioso della giovane crew dei 16 Monkey Armata a quello fortemente contaminato di ritmi afro del  Camerunese William Sassene con i Tukurù . Al centro di queste due giornate sarà il Mediterraneo il  protagonista assoluto ,come in questi giorni lo è per la storia del nostro paese e dell’Europa: 

L’urlo dei  Medina Box la giovane band che letteralmente sembra navigare con i suoi suoni  lungo le sponde di questo purtroppo specchio lucente di dolore.

La talentuosissima band salentina dei Kerkim che   dà un’originalissima lettura dei suoni dei   Balcani fino ad arrivare a sinuosi riarrangiamenti di alcune delle cose “più pugliesi” del compositore francese Renè Aubry.

Special guest di questo capitolo tutto dedicato ai suoni del mediterraneo il grande virtuoso del liuto  il siriano  Khyam Allami, uno dei tanti uomini in fuga dei nostri tempi che non ha dimenticato di portare con se il suo strumento . Una rilettura della tradizione irachena, di cui è discendente per stirpe, lieve e poetica , l’eco di culture millenarie  in questa musica che oggi diventa  il racconto del dolore e della  sofferenza che sembrano non voler finire mai per queste genti.

 

In queste due serate nella piazza San Benedetto come negli ultimi anni la sezione dedicata ai video curata da l’artista argentina Guillermina De Gennaro  :  #VISUAL EFFECTS #  “Saccheggio ragionato” tra  le immagini di videomaker ,videoartisti e visualist di ultima generazione

 

Biglietto 20 luglio € 12,00 - 2 e 3 agosto ingresso libero

Info e prenotazioni :  herostrato.coop@gmail.com                    

 

Il programma:

 

20 luglio Arena Vignola € 12,00

 

h.21,00   NIDOJA

Nidoja è un duo che  nasce a Bari mettendo insieme esperienze molto diverse:   Domenico Monaco, musicista di estrazione rock con contaminazioni etniche,  e  Nicoletta D’Auria una violoncellista di scuola classica, particolarmente versatile. Con coraggio il duo, che è attivo anche in altre formazioni, ha intrapreso un percorso fatto fondamentalmente di delicate esibizioni live. Un piccolo viaggio verso una musica fuori da ogni gabbia stilistica, senza frontiere di genere e  di" pensiero".

h.21,30 Steven Brown &Blaine Reininger the heart of TUXEDOMOON

in concerto tra tutti i gruppi venuti fuori dalla scena di San Francisco intorno alla metà degli anni 70 i Tuxedomoon sono senz’altro quelli che hanno lasciato una traccia indelebile Sono stati i loro “famosi spettacoli”a dare la giusta fama ed il successo di pubblico ad un prodotto geniale e fortemente innovativo rispetto alle consolidate liturgie dei live in quel periodo.Hanno scritto musica per la danza,per il teatro per il cinema e Dopo la morte recente di due dei componenti Steven Brown e Blaine Reininger i due fondatori del gruppo hanno deciso di continuare l’avventura.

h.23,00 TUXEDO NIGHT  per i 7 anni di D3  (  D. Loop, D-Tronik,  Dario Nigredo)

una full immersion nei suoni post punk Usa 1978-1982  per festeggiare i 7 anni del gruppo  

 

 

2 agosto Piazza S.Benedetto

 

h.21,30 16MONKEYS  ARMATA

Moreno Scimmiotto, Francesco Anansi, Era Eraess, RMNT, Cappello

16 Monkeys Armata è un progetto rap-core elettronico sperimentale che accomuna  un ampio spettro di  sonorità del panorama musicale underground del nostro territorio. Dopo tanto lavoro sotterraneo il gruppo ha spiccato il volo  con l’ intelligente incisione per l’etichetta”goodfellas”.

del cd che porta proprio il nome del gruppo”16 Monkey Armata”  Supportato da due “potenti” video  e dalla rabbia che gli deriva dal quotidiano scontro di una realtà sempre più ostile verso chi è giovane, 16M.A.sono uno dei prodotti più autentici della scena rap pugliese.

 

H.22,00 KERKIM

Il progetto Kërkim nasce a Lecce nel Novembre del 2012 sulla scia di un percorso di ricerca musicale che vuole legare tutte le terre del bacino del Mediterraneo attraverso lo studio delle sonorità: musica mediorientale, flamenco, Balkan, folk salentino e campano, Grecia e Albania. Da quest’ultima terra prende il nome, nel suo significato di ricerca e osservazione, un continuo movimento reso possibile dal dialogo, essenza della worldmusic. Un viaggio che attraversa la Croazia, fa tappa in Macedonia e dalle fisarmoniche Rom arriva ai clarinetti turchi, saluta la Grecia e infine torna in Italiacon una piccola sosta anche in Francia

 

 

3 agosto  Piazza San Benedetto

 

h.21,00     Khyam Allami (Siria)

Khyam Allami virtuoso del liuto è un musicista e compositore nato a Damasco nel 1981  da discendenza  irachena .Emigrante(come molti di questi tempi) é poi approdato molto giovane a Londra. Suona l’oud e si occupa di musica araba. Nel 2010 ha ottenuto la borsa “World Routes Academy” assegnata dalla Bbc,  che gli ha consentito la preziosa collaborazione con  il famoso  chitarrista e cantante iracheno Ilham Al Madfai che ha dato slancio alla sua carriera. Resonance/Dissonance è la sua ultima incisione.

 

h.21,30 Medina Box

Beppe Marchionna: chitarra ritmica Filomena De Leo: voce Aldo "Manbass" Paparella: basso Gianpiero Sorice: chitarra solista Graziana "Grand'Iosa" Aceto: violino .... Il saper guardare lontano in musica è una grande qualità. I Medina Box lo hanno fatto. I loro suoni vengono da lontano e si coniugano perfettamente con la loro identità nostrana. La voce della De Leo sa essere un pugno nello stomaco ed una lieve carezza, la rabbia il disagio di chi non si arrende alla disumanità dell’umanità i temi di questo bellissimo connubio.

 

h.22,30 Tukurù 

Gruppo che nasce a Bari mettendo insieme esperienze  molto diverse fra loro: musicisti di estrazione rock, di scuola  classica con la particolare vocalità di William Sassene rapper africano di base a Parigi ed ora in procinto di stabilirsi in Puglia. Alla vigilia dell’uscita discografica, con coraggio il gruppo ha intrapreso un percorso fatto fondamentalmente di esibizioni live, mescolando i differenti percorsi musicali con un risultato molto convincente. Il progetto va quindi precisandosi ed affinandosi sempre per l’impatto nelle esibizioni e per la capacità di restare fuori dagli schemi.

 

 

Ufficio stampa Michele Casella :casella.michele@gmail.com

Organizzazione A/Herostrato coop , direzione artistica Tommaso Liuzzi

in collaborazione con Time Zones sulla via delle musiche possibili