EXPERIMENTA fa parte di APULIA JAZZ NETWORK  la rete dei festival di PUGLIASOUNDS

 

1 agosto piazza S. BENEDETTO

h.21,00 opening Rondeau de Fauvel (ITA)

video

Uno spettacolare concerto di musica - medievale dove si miscelano strumenti antichi con strumenti moderni ed elettronica

Fauvel è un asino la cui storia è narrata in un poema satirico del 1316 ed il cui nome è l'acrostico dei peggiori vizi allignanti nelle corti. Sulla sua groppa l'ascoltatore attraverserà le terre dell'Europa medievale assaporando musiche e tradizioni di ogni dove in modo quanto mai emozionante e suggestivo, grazie alla sonorità ammaliatrice di strumenti antichi quali l'arpa celtica, il liuto e la cornamusa miscelati con  strumenti moderni come il basso elettrico, la batteria e i sintetizzatori. Nelle note e nelle voci dei Rondeau de Fauvel rivivranno quindi le tradizioni del mondo Bretone e dei Minnesänger del basso medioevo   suoni di  grande presa che porteranno l'ascoltatore a contatto con un mondo antico ma estremamente coinvolgente.

 

h.22,00 AULI (Lettonia) 

video - video2

Gli Auļi, un gruppo musicale composto principalmente da percussioni e cornamuse, sono stati fondati nel 2003 a Riga, Lettonia. Sulla base delle loro ricerche ed esperienze gli Aulli, negli anni il gruppo  ha sviluppato un suono che è andato sempre più evolvendosi grazie anche ad un uso spregiudicato delle percussioni ed ad un uso inusuale delle cornamuse. Sebbene resti forte il rapporto con la tradizione il repertorio degli Auli è un repertorio contemporaneo .un mix che incrocia altre musiche ed altri generi fino a sfiorare sonorità che a tratti possono ricordare beat tekno. Dal vivo grazie anche alla presenza della danza,  la loro musica si rivela piena di energia un concerto ipnotico di grande impatto, coinvolgente.

"Gli Auļi sono un ensemble acustico di appassionati, energici giovani musicisti post folcloristici che stanno forgiando un nuovo sound, che resta comunque tradizionalmente radicato. Il loro album di debutto è un lavoro di ottimismo energetico: fresco, ascoltabile e piacevole." Dimenticatevi della musica folk soft: questa musica spacca." Piping Today


2 agosto piazza San Benedetto

h.21,00 CATERINA PALAZZI QUARTET

video - video2

 

 

Caterina Palazzi, giovane contrabbassista romana che insieme con il suo quartetto si sta affermando sulla scena jazzistica italiana e francese è una delle rivelazioni del pigro e standardizzato  panorama jazzistico italiano. Nell'album d'esordio Sudoku Killer (Zone di Musica) Caterina Palazzi ci mostra,oltre la grande qualità nella padronanza dello strumento ,uno stile personale ed originale ,una capacità compositiva  sempre aperta a contaminazioni nostrane o d'Oltreoceano.

"Caterina Palazzi  con il suo quartetto riesce ad incarnare il perfetto musicista jazz del XXI secolo, grazie ad un prezioso  talento e ad un'instancabile  voglia di sperimentare..." ( IL FATTO QUOTIDIANO )

Caterina Palazzi - contrabbasso | Giacomo Ancillotto - chitarra |  Piero delle Monache - sax | Maurizio Chiavaro - batteria

 
     

 

 

h.22,00 Amine & Hamza trio (Tunisia) esclusiva nazionale

video - video2

 

Due giovani fratelli tunisini diplomati in musica orientale che hanno ottenuto il premio nazionale di oud, il liuto arabo, e kanoun, strumento a corde pizzicate come il salterio. A dispetto della loro giovane età (nati rispettivamente nel 1986 e 1987) sono apparsi nei più prestigiosi teatri del mondo arabo: a Beirut, al Cairo, a Tunisi ed anche  in Francia,Germania,Polonia ecc. Suonano sia composizioni classiche che originali, riferendosi alla musica arabo-andalusa delle diverse aree del Maghreb. I due fratelli stanno sviluppando una nuova tecnica per oud e kanoun che unisce le diverse influenze della musica orientale, rispettandone gli aspetti di meditazione e improvvisazione, ma introducendo un'espressione dinamica ed uno stile autonomo incrociando   sfumature di musica classica occidentale, jazz, flamenco, musica indiana, musica persiana e molte altre musche tradizionali. Formazione:  Amine M'Raihi (Aoud/liuto arabo) - Hamza M'Raihi (kanoun)-Sebasten Baiju Bhatt(violino) "  Sono l'immagine di una nuova generazione fieri delle loro identità multiple, aperti e tolleranti verso le altre culture".  

Va inoltre segnalato che questi due giovani fratelli tunisini hanno svolto con il loro padre (letterato e poeta), e con molti altri artisti ed intellettuali un importante ruolo attivo nella  rivolta  tunisina prologo di tutta la "primavera araba".

 

3 Agosto Piazza San Benedetto

h.21,00  Opening CINEDELIKA

video

Il progetto "CineDeliKa" nasce. Ispirato,ma fondamentalmente alle  grandi colonne sonore   a questo genere ed in special modo ad alcuni compositori,che hanno reso grande la musica per il cinema. Pensando  ad artisti come   John Zorn, Bill Frisell e soprattutto agli italiani Calibro 35 questo progetto rivela un approccio però più ampio con la precisa idea di tracciare un percorso anche cronologico,partendo dagli anni 50 approdando ai giorni nostri.

4 musicisti appassionati cinefili molto eclettici e  non inchiodati ad un genere preciso; duttili, capaci di respirare stili e tendenze diverse con grande raffinatezza e creatività. Con arraggiamenti e riletture originali creano una musica contemporanea intrisa di Jazz , Blues,  Samba, Bossa Nova e Rock, che però resta perfettamente evocativa delle atmosfere dei film da cui provengono.

In definitiva "CineDeliKa" significa 4 ragazzi di grande talento per un appassionato atto d'amore verso la settima arte e soprattutto verso  dei grandi  compositori come Ennio Morricone, Piero Piccioni, John Williams, Bill Conti, Nino Rota, Bernard Hermann, John Barry ed altri ancora.

Il gruppo è formato da Matteo Di Battista (Chitarre ), Luca Di Battista (  Percussioni), Fabio D'Onofrio (Tastiere)  Michelangelo Brandimarte (Basso,Contrabbasso).

Gli arrangiamenti sono stati curati da tutti i musicisti, il repertorio attuale è formato da questi brani:

  1. Lucio Dalla / Stadio - Lunedì Cinema
  2. Ennio Morricone - C'era una volta in america
  3. Ennio Morricone - Il clan dei siciliani
  4. Ennio Morricone - Metti una sera a cena
  5. Piero Umiliani - Gassmann Blues
  6. Nino Rota - Amarcord
  7. Piero Piccioni - Il medico della mutua
  8. Ennio Morricone - Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto
  9. Ennio Morricone - Il Buono, il brutto e il cattivo
  10. Nino Rota - Il Padrino (suite)
  11. Walter Carlos - Arancia meccanica
  12. Franco Micalizzi - Lo chiamavano Trinità
  13. Bill Conti - Rocky (Gonna fly now)
  14. Bernard Herrmann - Taxi Driver
  15. John Williams - Ritorno al futuro
  16. John Barry - James Bond 007

 

H.22,00    I DJAGUAROS

video

Giorgio Tirabassi chitarra solista e voce, Paolo Sassanelli chitarra ritmica e voce, Luciano Scarpa contrabbasso, Luca Giacomelli chitarra ritmica e solista, Alessandro Golini violino.

 

I DJAGUAROS sono un gruppo musicale formato da tre musicisti/attori che provengono dal mondo del teatro, del cinema e della televisione che condividono una grande passione per la musica. In particolare è l'amore per la musica di Django Reinhardt, quelle meravigliose melodie e le tipiche atmosfere Gypsy Jazz,  a spingerli con disincanto verso un comune progetto musicale.

Django Reinhardt, musicista zingaro nato nel 1910 in un carrozzone al confine tra il Belgio e la Francia, nel corso della sua carriera subì un grave incidente che gli cambiò la vita. Riuscì tuttavia a sviluppare una tecnica rivoluzionaria e particolarissima che ancora oggi lascia di stucco e suscita ammirazione per il virtuosismo e l'originalità espressiva, rendendolo un protagonista assoluto nella storia della chitarra Jazz.

E' la voglia di raccontare per suggestioni narrative la singolare vita di questo straordinario artista a far sì che  questi attori professionisti attraverso i DJAGUAROS si improvvisino, non senza ironia, musicisti Manouche!