WIRE

in concerto

After-show: D3 dj-set

 

Sabato 16 Novembre 2019

Ore 21:00 – Biglietto: 15 €

@ Casa delle Arti – Conversano (BA)

 

I WIRE rappresentano senza dubbio una delle rock band più influenti degli ultimi 45 anni, icone dell’art-punk inglese prima, del post-punk e della tarda new wave poi, hanno creato una serie di capolavori assoluti, tra cui “Pink Flag” (1977), “Chairs Missing” (1978) e “154” (1979), usciti tutti su Harvest, label atipica per un gruppo punk, visto che pubblicava dischi di Pink Floyd Can, Deep Purple, Scorpions, Whitesnake, Queen, Soft Machine, per fare qualche nome. 

Genericamente associati al punk inglese più “arty”, quello che già nel 1977 lambiva le sponde del “post”, i WIRE - la cui storia è fatta di diversi “stop and go” - sono sicuramente molto più di un gruppo punk, postpunk, new wave, indie/alternative o (post) punk revival.

Per rendersene conto basta fare mente locale sulle evoluzioni e sui percorsi che ha seguito… partendo dal sound ficcante e ruvido di “Pink Flag”, facilmente identificabile con l’irruenza punk del 1976-77, per approdare ad una idea di musica molto contaminata da altri generi negli album successivi.

Colin Newman (voce e chitarra), Graham Lewis (voce e basso) e Robert Grey (batteria) nel corso della loro lunga carriera hanno infatti esplorato - con personalità e attitudine - mondi musicali appartenenti ai pianeti dell’art rock, del rock sperimentale/industriale e dell’alternative pop, elettronico e non.

“Vedo i Wire di oggi come un’entità consapevolmente schizofrenica, tra di noi abbiamo gusti musicali molto diversi, ma nella sintesi di queste differenti idee troviamo il collante che ci consente ancora di avere una spinta, che ci dicono essere ancora innovativa” (Colin Newman).

La severa critica britannica ha ritenuto che - dopo il successo dei recenti album “Object 47” (2008), “Red Barked Tree” (2010), “Change Becomes Us” (2013), “Wire” (2015) e “Silver/Lead” (2017) – i WIRE siano riusciti a vivere una seconda giovinezza senza nostalgia, reinventandosi come precursori di un suono che ha dato nuova linfa vitale al rock indipendente britannico.

Il concerto che chiuderà Time Zones 2019, sarà l’anteprima mondiale del nuovo “Mind Hive Tour 2020”, che vedrà la band in tour negli UK a fine gennaio e in Nord America in marzo.

Lo show sarà basato su brani dal nuovo LP “Mind Hive” (in uscita a gennaio), già suonati nei live del 2018-19 (tra cui il nuovo singolo “Cactused”) e da un paio di pezzi da ciascun LP dei periodi 1977-90 e 2010-17.

Sarà interessante assistere a come una band dalla carriera così lunga riesca in maniera intelligente a cucire insieme uno spettacolo su passato, presente e futuro.

A chiusura di serata ci sarà il dj-set di appassionati selecter baresi quali Diego “D. Loop” Loporcaro e Dario Nigredo della crew D3: dall’art-punk ’76-’77 al post-punk ’78-’81 per rivivere insieme il fermento culturale in cui operarono i primi WIRE.

 

WIRE new videos:

1 - CACTUSED (2019, new single)

https://www.youtube.com/watch?v=tDBrZ854S4A

2 - HUNG (2019)

https://www.youtube.com/watch?v=WnrZsxGGohQ

  

WIRE on the web:

http://www.pinkflag.com/

 

WIRE on Facebook:

https://www.facebook.com/WIRE.pinkflag/

 

Info: timezones@alice.it - tel.3385957238
Ticket: www.vivaticket.it