12 ottobre – Auditorium Showville - h.21

PROFONDO ROSSO” by  Simonettis’GOBLIN

Sonorizzazione dal vivo del capolavoro di Dario Argento. Ad eseguirla l’autore della colonna sonora Claudio Simonetti ed i Goblin gli storici interpreti di questa mitica soundtrack.
Una perfetta combinazione di  musica ed immagini, suoni diventati “ per antonomasia “evocativi di paura ed inquietudine e non per caso  Simonetti con i Goblin   continua senza sosta a portare questi suoni in giro per il mondo.

Opening h.21 Father Murphy

E’ un episodio pressoché unico all’interno del panorama musicale italiano. Un progetto che affronta temi molto duri,come il peccato,la colpa  , la morte sfiorando la religione. Un tono mistico che si compone di suoni  di “una rarefazione sonora che ha del trascendente”.

 

in collaborazione con DIAGHILEV Centro di produzione teatrale

LITERATURE #1 PROGETTO PROUST - 17, 18, 19 ottobre - Auditorium Vallisa 

LITERATURE #2 PROGETTO PROUST - 23, 24, 25 ottobre - Auditorium Vallisa 

Paolo Panaro e  Gianni Lenoci
Interamente dedicato alla Recherche il doppio ciclo di 6 giornate di Literature 2018.
Accanto al FENOMENO PANARO un grande ed eclettico pianista a rimodulare i sospiri del capolavoro di Proust

 

 

20 ottobre - Teatro Palazzo 

“VIAGGIO AL TERMINE DELLA NOTTE” di Ferdinand Céline

ELIO GERMANO & THEO TEARDO + SEZIONE D’ARCHI

Elio Germano, l’eclettico attore tra i più talentuosi della sua generazione, e Teho Teardo l’artista dalla musica “impressionista”,   insieme a teatro con Viaggio al termine della notte di Louis- Ferdinand Céline. L’inedita coppia propone una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi del capolavoro francese    . Un viaggio in continua evoluzione, come i due artisti Elio & Teho, amici e complici, che raccontano il Voyageuna critica feroce alla guerra, ai razzismi e ai nazionalismi che non sembrano essere scomparsi, veemente grido di rivolta contro la società e i suoi uomini che scosse la letteratura e che non ha mai perduto la sua forza eversiva. 

 

21 OTTOBRE - Teatro Palazzo - € 15

RALPH TOWNER (unica data italiana) open ANDREA BELFI

Nato a Chehalis (Washington, U.S.A.) il 1 marzo 1940 in una famiglia di musicisti Ralph Towner è indiscutibilmente uno dei veri innovatori nel panorama musicale moderno, con idee sempre ‘fresche’ a dispetto di una carriera lunga oltre 40 anni. Meglio conosciuto come autore principale, chitarrista e tastierista del mitico ensemble jazz acustico degli Oregon, Towner ha avuto anche una ricca e variegata carriera da solista che ha visto fruttuose e memorabili collaborazioni musicali con grandi musicisti moderni come Gary Burton, John Abercrombie, Egberto Gismonti, Larry Coryell, Keith Jarrett, Jan Garbarek e Gary Peacock. 

 

OLTRE CONFINE La grande musica al quartiere San Paolo in collaborazione con il Conservatorio N.Piccinni

Auditorium Fondazione Giovanni Paolo II

 

25 ottobre H.20 - Intrecci (intorno al minimalismo)
musiche di Daugherty, Schwantner, Torke, Francia,Nyman,Cage e Zappa, Lattanzi, marimba N. Fino, E. Parente, V Di Leo, M. Liguigli, D. Maggi, percussioni F. D’Orazio, violino N. Di Modugno, chitarra ,V. Nicodemi, P. Debenedetto, A. Ustino e R. Micarelli, saxofoni.

 

26 OTTOBRE - Ayre –Folksongs
Ayre – che significa “aria” o “melodia” in spagnolo medievale – è uno straordinario ciclo di folksongs (composte dall’argentino Osvaldo Golijov nel 2004)  che esprimono relazioni, passaggi e tensioni tra arabi, ebrei e cattolici. Il contesto è la Spagna meridionale della fine del 1400, nel periodo che precede l'espulsione degli ebrei. In questo luogo le tre culture convissero a volte tra i conflitti, altre in relativa pace. 
Teresa Satalino, direttore,Tiziana Portoghese, mezzosoprano Francesco Palazzo, fisarmonica  Alessandro Muolo, flautoLuigi Morleo, percussioni Antonella Fazio, percussioniVincenzo Perrone, clarinetto.
Tiziana Malagnini, corno  Nunzia Del Popolo, arpa ,  Davide Minerva, chitarra  Anna Lucia Geusa, viola Rossana Atzori, violoncello   Giuseppe Lillo, contrabbasso ,   Francesco Abbrescia, live electronics 

 

PIANO ZONES #1

1 novembre Auditorium Vallisa -   GARETH SAGER 

Scozzese (Edimburgo) è un polistrumentista straordinario: chitarrista, sassofonista, tastierista,  compositore raffinato è stato membro fondatore di the Pop Group dei Rip Rig & Panic (con Neneh Cherry), Float Up CP e Head. Esponente di punta della generazione post-punk non ha dimenticato la sua formazione classica e le opere di Satie, Chopin e Debussya quasi per incanto sono riaffiorate nelle composizioni per piano del suo ultimo album “88 Tuned Dreams”.  Uno spirito libero nel quale restano evidenti la voglia di sperimentare sempre nuove soluzioni.

 

2 novembre Auditorium Vallisa - BABY DEE

Baby Dee (Cleveland, 1953) è una cantante, performer, polistrumentista e autrice di musica statunitense. Ha lavorato con Antony and the Johnsons, Sex Pistols, Bonnie Prince Billy, Marc Almond, Current 93, Little Annie e  tanti altri artisti della scena  newyorkese.
Personaggio fuori dagli schemi  ,pianista di grande creatività per una vita sempre al limte anche musicale.

Opening Daniela Mastrandrea
Vincitrice di diversi concorsi Internazionali di Composizione  è una pianista di grande capacità , i suoi brani e le sue orchestrazioni sono eseguite da diverse orchestre nel mondo.”Game Over” (2017) e Lo Specchio (2018)   scritti per piano solo, sono i suoi ultimi lavori.

 

 

3 novembre Auditorium Vallisa - CHARLEMAGNE PALESTINE

Nome d'arte di Martin Charles (Brooklyn, 1945), è un compositore, artista escultore statunitense. Considerato come uno dei punti fermi dell’avanguardia newyorchese allievo di Morton Subtonic, come molti minimalisti anche Charlemagne ha rivolto il suo sguardo ad oriente: a  Bali dove ha scoperta il gamelan.
I suoi live sono quasi sempre degli happening dove si combinano con la musica elementi teatrali, arte e spiritualità.

Opening Maurizio Zaccaria
“Questa sera ho avuto la grande gioia di suonare con il giovane Maurizio Zaccaria… Penso che Maurizio Zaccaria sia un pianista dotato di rari mezzi tecnici e musicali.”(Aldo Ciccolini) E’racchiusa nelle  affermazioni di Ciccolini il valore di questo giovane pianista diplomato presso il N.Piccinni che è atteso da una sfolgorante carriera.

 

4 novembre Auditorium Vallisa  

Alessandra Celletti. Sacred Honey è una commovente rilettura di alcune meravigliose  musiche  del grande compositore armeno Gurdjieff e del pianista russo De Hartmann.
Raffinata pianista con  intelligenti   capacità compositive,  e con progetti sempre  originali incrociando arte contemporanea,teatro,danza  e con  stravaganti progetti come il “Piano piano on the road”un lungo tour per l’Italia su un camion con il suo pianoforte.

Jozef Van Wissem Maastricht, 1962) è un compositore, liutista e musicista minimale. Considerato il Burroughs del liuto, dato l’utilizzo della tecnica del “cut-up" su spartiti musicali medievali e quindi conosciuto per il suo approccio punk ad uno strumento classico quale il liuto.
Originalità e talento lo hanno portato a vincere a Cannes il premio per la migliore colonna sonora per “Only Lovers left alive”del suo amico e collaboratore Jim Jarmuch

 

 

PIANO ZONES #

in collaborazione con DIAGHILEV Centro di produzione teatrale

8 novembre - Teatro Van Westerhout

Mauro Sabbione: TANGO a BERLINO PARIGI LONDRA
PIANOSOLO per il 35°dei vinili dei MATIA BAZAR 1982/83
Non-melodramma per ambiente, un video-concerto unico per pianoforte, dedicato agli splendidi vinili cult dei MATIA BAZAR dell’era elettronica, TANGO e BERLINO PARIGI LONDRA, che il 21 gennaio 2018 hanno compiuto trentacinque anni.
Un periodo progettuale clamoroso, attraverso tre dischi, quello che MAURO SABBIONE ha trascorso da protagonista in un uno dei gruppi storici della musica italiana, con brani famosi e conosciuti arrangiati con una tecnica straordinaria, accompagnati da immagini esclusive e originali. CONTINUA...

 

Alex Maguire, è un pianista e tastierista inglese noto per le sue collaborazioni con i musicisti free jazz britannici e per le sue connessioni e affinità con la scena di Canterbury. Ha suonato e registrato, tra gli altri, con Elton Dean, Sean Bergin e Michael Moore e ha sostituito Dave Stewart alle tastiere nella riforma di Hatfield and the North  .Molto significativa la sua collaborazione con Jonathan Coe. Pianista fluido ed accattivante capace di misurarsi con estrema raffinatezza con ogni genere musicale,  

 

9 novembre - Teatro Van Westerhout 

El Gabinete, Anteprima assoluta per il nostro continente per questo gruppo musicale  messicano . Un progetto che non  è mai rimasto   ancorato ad un unico  genere.Atmosfere che evocano paesaggi immaginari in un percorso che spazia tra l’ambient ed il modern classical.
Una bellissima realtà proveniente da un paese che ormai da anni vive accanto a grandi contraddizioni una straordinaria vivacità artistica nel cinema ,nell’arte, come nella musica contemporanea .  

Opening Mattia Vlad Morleo
Giovanissimo compositore pugliese(2000) capace di confrontarsi con stili e generi diversi : pop, classical, rock, ambient and minimal. Tocco agile e felpato domina il pianoforte come un navigato professionista

 

 

ABBONAMENTI

TIME ZONES TEATRI - 12,20,21 ottobre (Showville, Palazzo) - € 30+3 prevendita

PIANO ZONES - 1,2,3,4 novembre (Auditorium Vallisa) - € 25+2 prevendita

 

Prenotazioni ed info c/o timezones@alice.it